Corsi di musica a. s. 2018-19

Scritto da Ballerini Giovanni. Inserito in Corsi Musicali (PtOF)

Corsi previsti : canto moderno, chitarra acustica, pianoforte.

 

Modalità organizzative

Come negli anni passati, per ottimizzare il rapporto qualità/prezzo, le lezioni saranno a coppie perché risulta proficua la compresenza, qualora i contenuti degli incontri siano simili. Nella stesura dell’orario sarà perciò data priorità a tale circostanza.

Potrà comunque accadere che, per rispettare le esigenze personali degli studenti, alcuni abbinamenti risultino non funzionali all’attività didattica. Verificata tale eventualità, a discrezione del docente, le lezioni diverranno individuali di mezz’ora.

Moduli e quote di partecipazione

I corsi inizieranno a ottobre e proseguiranno fino maggio. Saranno suddivisi in due moduli di 10 (ottobre – dicembre) e 14 lezioni (gennaio – maggio). Quote: primo modulo 150 €, secondo modulo 210 €.

I percorsi didattici condurranno alla messa in scena degli spettacoli serali “Singing Overnight” (il primo a dicembre, il secondo a maggio). Saranno previsti incontri di preparazione a tali eventi senza costi aggiuntivi per i partecipanti.

Recupero lezioni perse

Non è previsto il recupero delle assenze degli studenti, se non alla fine di ogni modulo, quando il docente organizzerà un giorno di lezione extra a favore di chi sarà stato assente a una o più lezioni

Corsi di musica e Alternanza Scuola Lavoro

Per gli studenti delle classi del triennio i corsi di musica sono riconosciuti come Alternanza Scuola Lavoro se sarà garantita la frequenza regolare per tutto l’anno, si sosterrà una prova finale per rilevare il livello raggiunto e si parteciperà ad un concerto aperto al pubblico del nostro territorio.

SINGING IN THE SCHOOL

Scritto da Ballerini Giovanni. Inserito in Corsi Musicali (PtOF)

 

Senza musica la vita sarebbe un errore (Friedrich Nietzsche).

Condividendo l’apprezzamento del filosofo del superuomo per la musica, si organizza un corso che permetta la coesione degli studenti animati dal comune interesse per la musica e per il canto in particolare.

Il corso si propone di condurre i partecipanti, tramite un percorso didattico mirato, al raggiungimento di un livello di tecnica vocale idoneo ad affrontare il canto in gruppo.

Oltre alla pratica musicale si ritiene importante assicurare agli studenti una conoscenza minima di teoria musicale, tale da poter utilizzare durante le attività intraprese un linguaggio tecnico appropriato, accessibile a tutti.

Se affrontato con serietà, il progetto accrescerà conoscenze e abilità musicali degli studenti, con possibili ricadute positive su evoluzione personale e autostima.

ORGANIZZAZIONE         

Durata del corso: gennaio –  maggio 2018. 

Il modulo prevede dai 12 ai 15 incontri.

Giorno di lezione e orario: mercoledì ore 14:30 - 16:30.
Lezioni di  2 ore.

Spese di iscrizione: la partecipazione è gratutita.

METODOLOGIA         

Approccio con teoria musicale, riscaldamento vocale, studio delle canzoni.

PROGRAMMAZIONE  ANNUALE
Studio di canzoni dei vari generi con base musicale o accompagnamento di strumenti.

Saranno previste delle uscite didattiche per presentare il repertorio in pubblico .


Attività musicali: gli inizi

Scritto da Ballerini Giovanni. Inserito in Corsi Musicali (PtOF)

Attività espressivo-musicali al Liceo Leonardo Da Vinci

Tali attività hanno avuto inizio negli anni Duemila, quando molte nostre studentesse, spinte da programmi televisivi in voga nel periodo, erano particolarmente interessate a creare balletti o coreografie su base musicale per poi metterli in scena.

Erano molte le classi che aderivano a tale iniziativa e che durante la lezione di Educazione fisica, quando i più giocavano, portavano avanti il loro lavoro.

A fine anno il Liceo partecipava con queste rappresentative a quelle rassegne che esistevano in quel periodo (Ballando e calciando del Liceo Alberti, Gymnaestrade della FGI, Sound Karate della FIJLKAM) tutte iniziative che avevano requisiti di partecipazione molto elastici.  Queste manifestazioni, in seguito ai tagli economici che hanno colpito tutti i settori, sono scomparse ormai da tempo, come pure il desiderio tra le ragazze di impegnarsi in attività simili. 

Ai balletti si affiancarono proposte musicali dal vivo che andavano a sostituire le basi registrate. In seguito, a fianco dei balletti, presero campo le cover dal vivo, inizialmente con sola voce e chitarra, a cui poi si aggiunsero altri strumenti.

Lo spettacolo del 26 maggio 2006, al Centro Icaro,  resta memorabile: durò quasi 3 ore con una ventina di musicisti e più di 50 ballerine. Il teatro di Castello era pieno, con più di 300 spettatori. Questo  resta per noi come un punto di riferimento a cui non siamo più riusciti ad avvicinarci. Il successo dell’iniziativa diede vita al “Laboratorio musicale” che è durato per 4 o 5 anni, per poi perdere gli entusiasmi iniziali ed esaurirsi.

La situazione attuale registra il disinteresse per coreografie o attività simili in orario curriculare mentre per la musica, invece, il vecchio “Laboratorio musicale” è stato rimpiazzato da distinte realtà progettuali: la Leoband e i Corsi musicali. Entrambe le attività sono condotte da docenti diplomati al Conservatorio e prevedono la messa in scena di spettacoli con musica d’insieme.